Beni culturali di Bruzella
..
Oratorio della Madonna di Loreto (Zöch)   
Via Crucis (unica in Valle)
   
Meta di pellegrinaggio documentata dal 1590. Stando ad una lapide in pietra di sarizzo conservata all’entrata del coro, la chiesa venne fondata su volere di Pietro Maggi. L’oratorio presenta un’aula rettangolare con soffitto a capriate scoperte databile alla fine del XVI sec, e un coro quadrato voltato a botte dell’inizio del XVII sec. In occasione dei restauri (1962-76) fu aggiunto un campaniletto. All’Oratorio si accede percorrendo una settecentesca Via Crucis composta da 13 stazioni (e non 14 come da tradizione). Le cappelle, con copertura in piode, sono a tutt’oggi arricchite con degli affreschi eseguiti nel 1959 dal pittore Mario Gilardi.
..
..
Mulino
   

Già documentato attorno alla fine del XIII sec. L’odierno edificio, probabilmente risalente al‘600 è stato interamente ristrutturato e la ruota messa di nuovo in funzione nel 1996. Il piccolo museo collocato nell’ex deposito di origine ottocentesca, posto sopra il mulino, fornisce preziose informazioni sulla storia della macinatura e dei mugnai della valle. Nel 2002 Pro Patria ha dedicato al Mulino di Bruzella il suo francobollo da 70 centesimi.

Per maggiori informazioni segnaliamo l’eccellente volume “Quaderno no 3: Il mulino di Bruzella e gli opifici idraulici della Breggia” edito dal Museo etnografico della Valle di Muggio o direttamente il sito del Museo Etnografico della Valle di Muggio www.mevm.ch

Altri mulini in Valle: Caneggio (ruderi), Cabbio e Muggio (scomparsi), Morbio Superiore (ruderi restaurati).

All’entrata Sud della località è posto un monumento allo statista ticinese Emilio Bossi di A. Pessina (1931).

torna in cima

  Back top

..
..
..
..
..
..
..
..

Per il cittadino

..